Francesco Baccini, la merdografia

Francesco Baccini viene alla luce il 4 ottobre 1960; appena uscito, ai medici racconterà di essere stato riconosciuto da David Gilmour nel ventre materno, e di avergli poi offerto un paio di giri di placenta.

Da giovane lavora come scaricatore nel porto di Genova; Baccini ricorda sempre con nostalgia quel periodo, di fatto quello artisticamente più prolifico della sua carriera. Nel 2005, durante il reality Music Farm, rispolvera il vecchio repertorio bestemmiando in diretta, ma la Rai dimostra di non apprezzare l’avanguardia e così lo espelle.

francesco-baccini-si-sfoga-su-facebook-quando-si-parla-music farm

Esordisce nel 1988 con lo pseudonimo ‘Espressione Musica’ ma la musica si dissocia, così ritorna a usare il proprio nome. L’anno dopo, qualcuno tenta di fermarlo dandogli la targa Tenco ma lui niente oh, è cocciuto e rifiuta di ammazzarsi. Nel 1990 compone ‘Ladri di biciclette’, giusto per inimicarsi anche tutto il popolo degli studenti universitari. Con la hit ‘Sotto questo sole’, ottiene un ottimo piazzamento in classifica e gli viene dedicato uno dei più devastanti anticicloni del secolo scorso.

Nel giro di un ventennio, passa da collaborare con De André, Jannacci e Branduardi a duettare con Povia, MA KUESTO I POTERI FORTI NON VE LO DICONO!11!1 Ha tuttora un buon seguito anche all’estero, specialmente in Cina, Nazione che, tra lui e Pellé, dimostra di volerci rubare i talenti migliori.

Nel marzo 2016 fa uscire ‘Non fidarti di me.’ Spiacenti, Baccio: ti auguriamo ogni bene, ma per quella cazzata su Bowie ormai è tardi.

[a.mazed]

Seguici su facebook

Facebook Comments
Precedente Francesco Baccini, il compleanno 2016 Successivo Il peggio di MDM: Settembre 2016